La creazione di una brochure: non solo lavoro per grafici.

Di Paola   |  

gennaio 29, 2018   |  

Orange Blog   |  

Nessun commento

Home / Orange Blog / La creazione di una brochure: non solo lavoro per grafici.
La creazione di una brochure: non solo lavoro per grafici.

La scorsa settimana è arrivato in agenzia un nuovo cliente con la necessità di avere una brochure da mostrare ai suoi clienti. Fino a qui tutto normale, penserete…se non che la sua necessità era che questa brochure fosse pronta per un evento che sarebbe stato allestito da lì a pochi giorni.

Partendo da questo caso avvenuto pochi giorni fa, abbiamo ripensato alla necessità di scrivere qualcosa sull’importanza di tutto quello che sta dietro la creazione di una brochure.

Innanzitutto quando si tratta di realizzare brochure o volantini la parte grafica è solo la parte finale del lavoro.

Questo non vuole assolutamente sminuire l’importanza di una grafica adeguata ed accattivante che è poi ciò che riesce nell’immediato a comunicare con i clienti e stakeholder.

Graphic designer at work. Color swatch samples.

Quindi siamo d’accordo sull’importanza della grafica, ma a seguito di accurate strategie di comunicazione.

Questo messaggio non è sempre semplice da trasmettere ai nostri committenti. Il lavoro che sta dietro alla creazione di brochure nasconde una serie di fasi che rimangono per lo più invisibili a un occhio inesperto ma che spesso risultano essere le più lunghe e insidiose.

Se vogliamo fare un esempio concreto possiamo pensare a come si debba partire da un’attenta analisi strategica delle finalità e della struttura della comunicazione dell’azienda che nel dato momento ci sta commissionando il lavoro. Realizzare questa analisi significa chiederci a chi stiamo parlando, che cosa vogliamo comunicare, che cosa il target già sa della nostra impresa. Iniziamo a capire che già questa fase iniziale può richiedere più tempo del previsto.

Una volta che siamo riusciti a definire finalità e struttura della comunicazione, un altro step importante è composto dallo studio preliminare, da bozzetti, riunioni, ricerche e stime dei costi. Tutte queste microfasi sono da definire e accordare all’interno del team dell’agenzia di comunicazione. E per quanto riguarda riunioni e bozze, queste sono da visionare insieme all’azienda committente.

Altro step da non sottovalutare riguarda la ricerca iconografica e la selezione dei testi da inserire all’interno della brochure che, una volta approvati dall’azienda, andranno uniti fino a creare una dettagliata definizione del progetto e un iniziale lay-out.

Solo dopo queste fasi di ricerca, analisi e progettazione si potrà passare alla fase di definizione della struttura della brochure in base a ciò che vogliamo comunicare e come vogliamo comunicare.  Per finire è da realizzare il progetto grafico e la stampa.

strategia-di-comunicazione

Proviamo a portare qualche esempio mostrandovi alcune delle brochure realizzate da Orange recentemente.

In entrambe queste brochure del 2017 è possibile vedere l’importanza grafica che sicuramente cattura l’attenzione.

Dopo ciò che vi abbiamo detto nelle righe precedenti siamo però sicuri che sarà per voi più semplice riuscire a notare anche le componenti di analisi del target e degli obiettivi, di scelta dei contenuti da comunicare e di progettazione di una strategia di comunicazione.

Scarica la brochure di Assocantuccini : https://www.orangenergy.com/wp-content/uploads/2018/01/BrochAssocantucci_webDef.pdf

Nel caso della brochure realizzata per Assocantuccini, obiettivo della comunicazione era riuscire a comunicare un marchio nuovo, ovvero il riconoscimento comunitario di Indicazione Geografica Protetta attribuita nel 2016 ai cantuccini toscani alle mandorle.

Scarica la brochure di Plus Servizi: https://www.orangenergy.com/wp-content/uploads/2018/01/brochure_web.pdf

Nella brochure di Plus Servizi la sfida era ben diversa: riuscire a comunicare attraverso le parole competenza e affidabilità di un servizio immateriale.

Ci siamo riusciti?

Condividi :-