Video Marketing: perché non basta più essere “viral”

Di ThePing   |  

luglio 19, 2016   |  

Orange Blog   |  

Nessun commento

Home / Orange Blog / Video Marketing: perché non basta più essere “viral”

Video Marketing: perché non basta più essere “viral”

Il video marketing per comunicare in modo efficace.

 

Alcuni consigli per una strategia integrata nella comunicazione dell’azienda.

Manager e imprenditori stanno diventando sempre più consapevoli del ruolo fondamentale del video marketing all’interno del proprio digital marketing plan:

Naturalmente “il bello” di parlare della propria azienda attraverso il video marketing si estende su più livelli. Ecco quali.

I video sono il contenuto che gira meglio sui social.

Partono in automatico e raggiungono il tuo pubblico anche senza audio (l’85% dei video viene visualizzato in mute). I video su Facebook stanno acquistando la stessa importanza che fino a poco tempo fa avevano le immagini (engagement in primis). Non solo: oggi Facebook è un canale di live broadcasting, entrando direttamente in competizione con Youtube e il suo Hangout.  Per non parlare del vantaggio di mostrare il contenuto giusto a ciascun tipo di pubblico. Come escluderlo dalla video strategy?

Intrattenere, formare o in-formare. A te la scelta.

Un video può essere divertente. O illustrare al pubblico il funzionamento di un nuovo prodotto. O, ancora, può spiegare al personale dell’azienda come presentare e vendere un servizio ai prossimi clienti. Youtube ha creato un vero e proprio Playbook, che spiega ad operatori e non la struttura piramidale della video strategy di un’azienda:La piramide della video strategy secondo YouTube: dal Video Hero alla serie Video Hygiene

Video Hero

In poco, pochissimo tempo (di solito, meno di 5 minuti) il Video Hero trasmette al pubblico “il messaggio” che il brand vuole far passare. Normalmente il marchio compare solamente alla fine, lasciando alla narrazione il ruolo di protagonista assoluta.

Video Hub

Con una serie di Video Hub il pubblico viene coinvolto ed incuriosito dallo scoprire cosa succede nelle puntate successive. A differenza del Video Hero, pura narrazione, il Video Hub può avere una componente di utilità, da abbinare comunque all’intrattenimento.

Video Hygiene

Il Video Hygiene è il tutorial per antonomasia. Con una (mini) serie di Video Hygiene si spiega agli utenti o ai partner “come fare a”. Qualsiasi cosa tratti l’azienda.

Il video marketing ti aiuta a intrattenere, anziché annoiare, il tuo pubblico ( = i tuoi clienti).

Il video marketing ti aiuta a intrattenere, anziché annoiare, il tuo pubblico ( = i tuoi clienti).

 

Ad ogni video la sua piattaforma.

Ogni piattaforma ha regole specifiche per quanto riguarda il video. Seguirle garantisce una migliore fruibilità dei contenuti della tua strategia video marketing.
Partiamo dalla base della piramide, i Video Hygiene: trattando esclusivamente contenuti inerenti l’azienda e i suoi prodotti, la serie di Video Hygiene sarà presente esclusivamente sul sito. Il video hub diventa invece un contenuto più socializzabile: ecco quindi che la sua piattaforma ideale (e nativa) sarà Facebook.

Il Video Hero invece rappresenterà la sintesi della filosofia dietro al marchio, per cui sarà trasmesso attraverso più canali, contemporaneamente oppure in momenti diversi.

L’importanza di partire con il piede giusto.

La presenza di una video strategy chiara, definita e dettagliata è un elemento fondamentale per la buona riuscita di un’iniziativa video marketing. Partire dagli interessi del pubblico e dagli obiettivi dell’azienda ti aiuterà senz’altro a individuare obiettivi e ambiti di comunicazione. A coinvolgere e non annoiare.
Senza inseguire il mito del “video virale”.

(Photo: https://www.flickr.om/photos/midiman)

 

Possiamo aiutarti nel definire la strategia video marketing più adatta a te: contattaci per parlare insieme dei tuoi obiettivi!

Condividi :-