I Social Media non sono “Social”

Di TheBot   |  

settembre 03, 2017   |  

Orange Blog   |  

Nessun commento

Home / Orange Blog / I Social Media non sono “Social”

I Social Media non sono “Social”

I Social media non sono più soltanto “social”, ma sono il più importante canale di comunicazione, ancora sotto-utilizzato, disponibile per i marketer.

Siamo nel 2017, i più attenti avranno notato che, negli ultimi due anni, l’universo dei digital media e dei social media più importanti è cambiato drasticamente.

Sono stati pubblicati svariati articoli, sono aumentati i report sulle spese digitali, ma la maggior parte dei marketer ha largamente ignorato il fenomeno. Probabilmente erano più coinvolti dai altri canali di marketing: perché sono utilizzati da più tempo e più conosciuti e per loro sono come una famiglia!

Gary Vaynerchuk, imprenditore, informatico ed esperto di digital media, alla fine dell’anno scorso ha dichiarato:

“Il termine “Social Media” è solo un o slang per descrivere Internet”.

E’ esatto al 100%.

Inizialmente, il social era costituito da un’insieme di reti, ognuna con il proprio pubblico e abilità – e per lo più era considerata “per bambini”. Questo forse poteva essere considerato vero circa 5 o 10 anni fa.
Ma nel 2017, i social network come Facebook,(incluso Instagram, Facebook Messenger e Whatsapp) Snapchat, Pinterest and YouTube, sono I SOCIAL NETWORK, dove miliardi di utenti passano il loro tempo. Inoltre, stanno rapidamente passando dall’essere semplicemente dei canali social ad una società media vera e propria. Se non sostenete la tesi di Gary Vaynerchuk su come vediamo il mondo social nel panorama digitale di oggi, prendete in considerazione quanto segue: nel 2016 è stato pubblicato Snapchat, e durante la prima settimana è stato valutato più di Delta, Target, Hershey, Viacom, CBS e Hilton (tanto per citarne alcuni).

 

1-MvQ1TEmQW26SE_CWu-3UFw

 

 

Forse siamo esagerati? Ok, consideriamo allora le statistiche rilevate da comScore, eMarketer e Nielsen:

  • Il 66% del tempo viene speso su un dispositivo mobile
  • L’89% del tempo in cui usiamo un dispositivo mobile viene speso utilizzando app
  • Il 49% del tempo speso su app mobile è su app di Social Media e chat

I Social Media sono andati oltre ad essere una manciata di canali con cui puoi attivare il tuo marketing. Adesso sono loro i canali da attivare.

Ancora, tanti esperti di marketing continuano a guardare Snapchat in questo modo :” è carino, ma no grazie”. E’ quello che dicevano di Facebook una decina di anni fa e allo stesso modo parlano dei canali social come Snapchat. Più di 150 milioni di utenti al giorno trascorrono ore solo su Snapchat. Non si può ignorare o non rispettare una piattaforma come Snapchat solo perché non lo capiamo o perché non ha lo stesso formato con cui siamo abituato con Facebook, Twitter, LinkedIn, ecc.

  • I grandi Hotel all’inizio derisero di Airbnb
  • I taxi delle grandi metropoli derisero di Uber
  • Barnes & Noble and Wal-Mart derisero di Amazon
  • P&G-Gillette derise di Dollar Shave Club

Migliaia di dollari di entrate persi. Le applicazioni di messaggistica digitale, sociale e peer-to-peer continuano a vincere e batteranno gli altri giganti dell’economia.

Nel 2014, i marketer sono andati fuori di testa quando Facebook ha cambiato il suo algoritmo e hanno perso la portata organica della loro pagina. Ma, ciò che i marketer hanno dato per scontato, è che questo cambiamento ha dato vita al mezzo più potente di branding e pubblicità della storia.

Gli annunci pubblicitari erano a cavallo da oltre 150 anni fino all’arrivo della radio nel 1920. Gli annunci radio rimasero fino a quando la pubblicità televisiva non scoppiò negli anni ’50. La TV sarà poi detronizzata nel 2017 per le spese di pubblicazione digitale per la prima volta nella storia.

L’internet dei consumatori è di solo circa 20 anni. Gli smartphone hanno solo 10 anni. Considerate i cambiamenti drammatici nel panorama marketing e pubblicitario negli ultimi 20 anni rispetto ai precedenti 300:

  • Ci sono voluti 38 anni prima che 50 milioni di persone avessero accesso alle radio
  • La TV ci ha messo 13 anni prima che gli spettatori arrivassero a 50 milioni
  • Instagram invece ci ha messo un anno e mezzo
  • Flickr ci ha messo due anni per raggiungere 100 milioni di immagini caricate
  • Instagram invece, soltanto otto mesi

Ancora una volta, il digital non è solo veloce, va avanti anni luce.

È probabile (o meglio) capire la rilevanza del marketing digitale nel panorama di oggi. Adesso dobbiamo farci l’idea che il social può e supererà la ricerca a pagamento, il display, l’adwords, ecc. Nel prossimo futuro, l’internet stesso cederà la strada agli IoT, alla Voice-Search e all’Ar / VR nei prossimi 15 anni.

I social media sono talmente avanti che sono già diventati la “prossima mossa”.

Un esempio:

Negli Stati Uniti, il Super Bowl è l’acquisto più prezioso per quanto riguarda gli annunci televisivi. Ma nel 2017, grandi aziende come Kraft-Heinz, Frito-Lay Doritos decidono di abbandonare. Allora, dove credi che quei dieci milioni di dollari per la produzione e l’acquisto di annunci stiano andando quest’anno? Ecco un suggerimento: non è la direct-mail. Le PMI stanno percependo il ceppo di quelle decine di milioni di dollari e il CPM per raggiungere il target, crescerà di 3-5 volte di quello che è oggi entro il 2020. La curva dell’offerta e della domanda si sposterà mentre sempre più imprese continueranno a investire in digitale.

“Anti-social” (o Peer-to-Peer Messaging) è l’iterazione successiva della comunicazione digitale.

La prossima cosa importante a cui i marketers devono prestare attenzione è l’utilizzo di massa delle applicazioni di messaggistica. “I bambini non sono più su Facebook”, ha affermato il marketing digitale. Sì invece. Stanno utilizzando solo diverse iterazioni della piattaforma in forma di applicazioni di messaggistica peer-to-peer come Facebook Messenger, What’sApp e tante altre. Entro il 2017, 1,2 miliardi di utenti sarà su Facebook così come su What’sApp.

 

1-s1SMgSVZkqC5QIDOIkExeQ

 

 

Per i marketers, i social media non dovrebbero più essere una conversazione “dovremmo o non dovremmo usarli”. Se ci state persino pensando, allora siete ancora lontano un milione di chilometri.

Quello che dobbiamo fare è riconsiderare la tua intera visione del marketing digitale.

Libera traduzione da medium.com https://goo.gl/UTDPZw

Condividi :-