Facebook Marketing: 4 cose che ogni azienda dovrebbe sapere

Aumenta i tuoi fan grazie a questi semplici consigli

Di TheBot   |  

giugno 24, 2016   |  

Orange Blog   |  

Nessun commento

Home / Orange Blog / Facebook Marketing: 4 cose che ogni azienda dovrebbe sapere

Facebook Marketing: 4 cose che ogni azienda dovrebbe sapere

Utilizzare Facebook, soprattutto all’inizio, può essere una sfida. Per fortuna in rete si trovano moltissimi post sul Facebook marketing dove si trovano consigli per tutti i gusti.
Certo, poi diventa difficile capire quali consigli sono utili e quali meno utili, quali adottare e quali ignorare.

In questo post, parliamo di 4 aspetti fondamentali del Facebook Marketing:

 

  • Massimizzare le visualizzazioni.
  • Conoscere il proprio pubblico
  • Usare immagini creative.
  • Stare sul pezzo.

Se riusciamo a gestire tutti questi aspetti, i risultati possono andare anche ben oltre le attese.

Questi suggerimenti sono utili per aumentare i like alla propria pagina, ma se riusciamo a padroneggiare ogni aspetto, i like diventeranno condivisioni e commenti.

1. Massimizzare le visualizzazioni

Le visualizzazioni su Facebook sono da molto tempo un argomento molto dibattuto.

C’è chi ci si concentra troppo e chi le ignora, ma la verità è che sono un parametro di cui non è possibile fare a meno, sono la base dei nostri insights. E’ giusto sapere se il nostro post ha ottenuto visualizzazioni sui propri fan e quante volte i fan hanno effettivamente visto e letto il proprio contenuto.

Naturalmente, il raggiungimento di un sacco di persone non dà la garanzia che il coinvolgimento delle persone sia altrettanto grande. Dipende dalla qualità dei propri contenuti, ma anche dei propri follower/fan.

TimacAgro Video Facebook

Le visualizzazioni di ogni post sono facilmente visibili sulla propria pagina

 

Per fare i conti con tutti i post quindi serve fare lo scroll di ognuno attraverso la pagina. Per fortuna la sezione Insight per i proprietari di pagina ci viene in soccorso, dandoci una panoramica delle visualizzazioni molto chiara e completa.

facebook-marketing-immagine

Si vedono prima i dati aggregati e poi quelli post per post.

 

facebook-marketing-grafico

Il numero di visualizzazioni in un grafico aggregato (notare la distinzione organic-paid)

La prima delle due immagini è forse la più completa, perché ci mostra anche le perfomance dei singoli post e quindi ci permette di valutare la scelta dei contenuti per il futuro. Vedere questi dati anche solo una volta la settimana, ci consegna una panoramica chiara e completa di ciò che sta accadendo, della risposta dei fan.

2. Conoscere il proprio pubblico

people

 

Oltre a conoscere le proprie visualizzazioni, un buon community manager deve anche capire la propria audience.

Per fare un esempio sciocco, una facebook page di amanti di automobili è molto diversa da una per mamme. E quindi deve essere differente ciò che si pubblica in esse. Nella forma e nel contenuto. Dobbiamo anche assicurarci di postare nel giusto momento della giornata, quando quei fan sono con più probabilità su Facebook.

Se i tuoi post hanno come target gli insegnanti, sarà poco sensato metterli online la mattina, o comunque durante il loro orario di lavoro.

 

 

facebook-marketing-grafico-2

Per vedere a che ora si connettono normalmente i propri fan, dentro gli insights.

Va ricordato che non sempre il miglior momento per agganciare i propri fan è quello in cui sono connessi con più assiduità. Ogni pubblico ha peculiarità che vanno vagliate caso per caso.

Jon Loomer ha notato che postare durante la notte può portare ottimi risultati. Servono dei test, non esistono regole universali.

facebook-marketing-grafico-3

La sezione degli Insights che permette di conoscere meglio i propri fan

Oltre a sapere quando sono online, aiuta molto sapere l’età, il genere e la distribuzione geografica dei propri fan. Dare per scontato che la propria pagina sia seguita soprattutto da un certo tipo di persone senza averlo verificato empiricamente con gli strumenti che Facebook mette a disposizione, non è una mossa saggia.

Come si può vedere dall’esempio, la maggior parte delle persone che seguono la pagina sono uomini, al 59%. Ma non bisogna fermarsi a questo dato. Andando più a fondo scopriamo che i post raggiungono più donne! (56%) E queste donne agganciano più facilmente donne! (65%). Sono il 40% dei like, ma quasi il 60% del coinvolgimento è mosso da loro.

facebook-marketing-grafico-4

facebook-marketing-grafico-5

 

Cosa significa? Bisogna capirlo. Dipende. L’unica cosa sicura è che conoscere il proprio audience è un aspetto cruciale, un aspetto fondamentale per decidere cosa postare su Facebook.

3. Usare immagini creative

Le immagini comandano su Facebook!

0508_creativity-800x480

I tuoi fans amano vedere, ridere e condividere immagini potenti.

Per intrattenere i tuoi fan su Facebook dobbiamo creare e condividere immagini che i nostri fan ameranno condividere e commentare sui propri feed. Creare immagini forti è difficile, serve tempo, ma soprattutto capacità. Le app grafiche faranno il resto 🙂

Se non puoi/vuoi creare le tue immagini, basta cercarle. Su Google, ma non solo 😉

 

4. Stai sul pezzo

Non importa su cosa stavi lavorando, se c’è qualcosa di nuovo nel proprio ambiente, nel proprio business, nel proprio campo, quello ha la priorità. Postare cose vecchie è un modo perfetto per farsi fuori da soli. Attenzione anche ai propri link, che siano sempre aggiornati.

Conoscere le fonti del proprio business/settore/ambiente è fondamentale, prendiamo il caso di questo post, queste sono ottime fonti per tenersi aggiornati su tutto quel che concerne il Facebook Marketing:

Conclusioni

Ma adesso sappiamo proprio tutto sul Facebook Marketing?

Certo che no.

Però tener conto di questi quattro aspetti fondamentali è la base su cui costruire ogni progetto, che nessuno può permettersi di sottovalutare.

Massimizzate le visualizzazioni, conoscete i propri fan, usate immagini creative e… STATE SUL PEZZO!

Padroneggiate questi quattro aspetti e vi assicuriamo che la vostra pagina ne beneficerà.

The Bot

Articolo liberamente ispirato e parzialmente tradotto (fonte)

Condividi :-