Agenzia di Pubblicità e acquisto di spazi pubblicitari

Di TheBot   |  

luglio 31, 2012   |  

Orange Blog   |  

Nessun commento

Home / Orange Blog / Agenzia di Pubblicità e acquisto di spazi pubblicitari

Agenzia di Pubblicità e acquisto di spazi pubblicitari

A.A.A. Avvertenza per chi si annoia facilmente: Per molti di voi questo post conterrà molte ovvietà, ma credetemi se vi dico che anche queste riflessioni nascono da varie esperienze dirette di rapporti con i Clienti e in special modo con i clienti esposti in prima persona nell’azienda, insomma con gli imprenditori.

Non voglio essere distruttivo, ma costruttivo. Non voglio parlare della superficialità e della supponenza dei Clienti di un’agenzia di pubblicità, che spesso si rivelano i primi nemici di se stessi, neppure voglio parlare delle agenzie di pubblicità che al preventivo si pongono come l’acqua miracolosa e dopo smettono di rispondere al telefono.

Voglio parlare di pubblicità, di cosa è ma soprattutto a cosa serve. E poi di cosa fa un’agenzia di pubblicità, o meglio di cosa fa un’un’agenzia di comunicazione integrata come Orange Energy Communication quando è chiamata a fare pubblicità. Andiamo per punti

Cosa è la pubblicità?

La pubblicità è informazione. Informazione intesa come momento di comunicazione unidirezionale in cui un soggetto attivo manda un messaggio ad un soggetto passivo. Che con quel messaggio poi farà ciò che crede meglio.

Se il soggetto passivo non è interessato all’informazione è naturalmente una questione importante (vedi sotto), ma il ruolo principe della pubblicità è stato assolto: Un messaggio è stato creato, prodotto, pubblicato, visto, recepito, elaborato e l’agenzia di pubblicità ha fatto probabilmente il proprio dovere.

Se l’informazione non è interessante e non ha portato un sufficiente ROI (return on investment) non è necessariamente colpa dell’agenzia di pubblicità, che magari ha prodotto anche una buona pubblicità, ma molto frequentemente è causa di una sovra-stima dell’interesse che avrebbe suscitato il messaggio stesso.

Schema base informazione pubblicitaria

Pubblicità istituzionale e pubblicità di prodotto/servizio

Questo vale soprattutto per la pubblicità sui prodotti/servizi, ma in parte anche per la pubblicità istituzionale, quella che spesso neppure veicola un vero messaggio ma è essa stessa il messaggio, quella che serve alla costruzione o al rafforzamento del brand.

Certo, è più facile per un’agenzia di pubblicità fare in modo che una pubblicità istituzionale abbia successo, perché al soggetto passivo non si chiede un’azione seguente (acquisto del prodotto), ma semplicemente di ricevere il messaggio, che è già esso stesso il “prodotto da acquistare”.

A cosa serve un’agenzia di pubblicità?

Non voglio però fuggire dalle nostre responsabilità di agenzia di pubblicità. Una pubblicità può non funzionare (anche) perché:

  1. non comunica il messaggio con sufficiente forza,
  2. non porta valore aggiunto al prodotto/servizio,
  3. non è stata collocata in un numero adeguato di spazi pubblicitari,
  4. è stata collocata in spazi pubblicitari non coerenti con il target e con il messaggio

Ecco, in questi casi specifici (e nei loro derivati) sta il vero servizio, il vero valore aggiunto che può dare un’agenzia pubblicitaria ai propri clienti.

Pertanto il successo di una pubblicità, ammettendo che il messaggio di base abbia un potenziale appeal presso un certo target, si basa su due ingredienti fondamentali: CREATIVITÀ (punti 1,2) e STRATEGIA (3,4).

E la strategia, se possibile, è ancora più importante della creatività! Perché se riusciamo a veicolare al giusto target, nel giusto momento un messaggio significativo, anche se non di impatto, abbiamo già assolto gran parte dei compiti di un’azione pubblicitaria. E rischiamo di avere ugualmente un successo apprezzabile.

Mentre avere un’ottima idea creativa è sempre insufficiente se questa non è accompagnata da una strategia di acquisto e collocazione degli spazi pubblicitari coerente. Senza una strategia l’insuccesso è sicuro.

Per farla breve e grossolana, avere un bel volantino non è sufficiente se poi scelgo di fare volantinaggio alle scuole elementari per pubblicizzare un rhum, un contraccettivo o una pasta per dentiere.

Acquisto di spazi pubblicitari adeguati

Ed eccoci al nocciolo della questione, al motivo stesso di questa lunghissimo (e spero utile) post sulla pubblicità. Un’agenzia di comunicazione come Orange Energy Communication ha in sé gli strumenti per

    ✔ Identificare il target della pubblicità
    ✔ Rivelarne i comportamenti d’acquisto
    ✔ Scegliere gli spazi pubblicitari più adeguati
    ✔ Proporre al Cliente il minor costo/contatto possibile
    ✔ Pianificare la distribuzione degli spazi pubblicitari
    ✔ Gestire il budget messo a disposizione del Cliente, oppure
    ✔ Proporre al Cliente il giusto compromesso tra obiettivi perseguibili e spesa da affrontare

Ecco, per questo e per altri motivi, è raro che il “fai da te” nella pubblicità abbia prodotto ricchezza. Per nostra esperienza ha solo prodotto perdite ingenti. Quando una buona pubblicità non è mai una perdita.

Saluti alla prossima
The Bot

Condividi :-